• arcobaleno.amelia@tiscali.it

Commercio Equo e Solidale

Il commercio equo-solidale ha creato dei  canali commerciali alternativi (ma economicamente sostenibili) a quelli dominanti, al fine di offrire ai produttori del terzo mondo una retribuzione adeguata per il loro lavoro, aiutandoli a creare cooperative,  garantendo prezzi ( concordati ) decisamente maggiori rispetto a quelli che vengono pagati dalle multinazionali.  In particolare il prezzo garantito deve permettere investimenti nel campo sociale e far sì che la produzione sia ambientalmente sostenibile. Vengono garantite anche le consulenze e il finanziamento dei progetti.

I principali vincoli da osservare per entrare nel circuito del commercio equosolidale sono i seguenti:

  • divieto del lavoro minorile
  • impiego di materie prime rinnovabili
  • spese per la formazione/scuola
  • cooperazione tra produttori
  • sostegno alla propria comunità
  • creazione, laddove possibile, di un mercato interno dei beni prodotti

Al Pianeta Verde potete trovare un vasto assortimento dei prodotti del commercio equo e solidale fornitici da altromercato (caffè, the, spezie, cioccolata, riso ecc) e anche prodotti di artigianato del Bourkina Faso, fornitici da Sinibà

Un pensiero su “Commercio Equo e Solidale

RacquelPubblicato in data9:46 am - Ago 30, 2011

Very good submit and a amazing study. You have raised several valid points. Excellent work.

Invia il messaggio